Xbox Elite Controller Series 2

Sì, anche un controller può entusiasmare.

|

Con il controller Xbox Elite, Microsoft ha reso felici molti giocatori. A Natale esce puntualmente la versione successiva con la Series 2. Lo abbiamo testato e ne siamo entusiasti.

Che c'è di nuovo?

Oltre al design, che ora è basato meno sull’argento lucido rispetto alla serie 1, da un punto di vista estetico non sono evidenti grandi cambiamenti, a prima vista. Ma non devi lasciarti ingannare da questo! Il controller Elite si collega ai tuoi dispositivi tramite Bluetooth. Quindi se deve essere utilizzato sul PC, non è più necessario un adattatore wireless (purché sul PC sia installato un modulo Bluetooth). Anche i pacchi batteria sono cosa del passato, infatti non sono più necessari grazie alla batteria integrata (fino a 40 ore di autonomia).
Ovviamente, è anche possibile una connessione via cavo, perché il controller ha una porta USB-C tramite la quale viene anche caricato. A proposito di ricarica: nella confezione è inclusa una docking station, che va posizionata su una superficie piana vicino alla Xbox oppure che serve a caricare il controller nell’astuccio da viaggio in dotazione. L’astuccio ha infatti una piccola rientranza sulla parte posteriore attraverso la quale è possibile collegare il cavo USB-C alla docking station. Un dettaglio meraviglioso.
La superficie del controller ha una trama fine e bouclé, che garantisce una presa migliore anche con mani leggermente sudate. Anche i grilletti (RT e LT) hanno questa trama e sono quindi meno scivolosi. Gli arresti dei grilletti offrono ora un adattamento a tre livelli. Ciò consente l’impostazione ancor più personalizzata del percorso che deve svolgere il grilletto. Mentre il livello più breve è adatto soprattutto per i tiratori, il livello più lungo è consigliato per i giochi di corse in cui è necessaria una frenata morbida.
L’ultima funzione personalizzabile tramite l’hardware sono le levette. Con uno strumento in dotazione la loro resistenza viene regolata in tre fasi (resistenza leggera, media e alta). Ovviamente, gli stick (e il pad direzionale) possono essere anche sostituiti.
Anche i quattro paddle sul fondo del controller sono stati leggermente adattati e ora sono più piccoli e più facili da gestire rispetto alle versioni precedenti.

Assegnazione tasti tramite l'app per accessori Xbox

Anche con il controller Elite Series 2, pulsanti, paraurti, grilletti e paddle possono essere programmati in base alle proprie preferenze. A tal scopo è necessaria solo l’app per accessori Xbox, disponibile sull’XBOX e su qualsiasi PC Windows. Chiunque desideri modificare la risposta delle levette o l’intensità della vibrazione del controller, può anche attivare queste impostazioni nell’app. Tutte le impostazioni vengono salvate come profili, tre dei quali sono disponibili direttamente sul controller stesso. Il profilo viene selezionato tramite il piccolo pulsante nel mezzo. Tenendo premuto il pulsante, i paddle e le singole assegnazioni dei tasti vengono disattivati ​​e si passa al profilo standard.
Il controller Series 2 offre anche la possibilità di assegnare tasti con diverse funzioni. Per utilizzare la funzione secondaria, è prima necessario determinare un “tasto Maiusc”. Se si tiene premuto il “tasto Maiusc” precedentemente definito, premendo un altro tasto ancora viene richiamata la funzione secondaria del tasto stesso. Questa funzione consente quindi un numero raddoppiato di assegnazioni di tasti.

Qual è il vantaggio di un controller modificabile?

I giochi sono programmati e prodotti per il grande pubblico. Pertanto, gli sviluppatori devono decidere quale tasto sul controller desiderano utilizzare per quale comando. La loro scelta non è molto ampia e le convenzioni in quest’ambito sono piuttosto rigide. Perciò, ad esempio, il tasto RT è stato usato per anni nello stesso modo: nel tiratore per sparare, nella gara di corse per accelerare, nei giochi di azione per attaccare.
Le persone possono essere molto diverse, però, e preferire altre configurazioni. Con un controller modificabile i limiti vengono molto più estesi.

Riassumendo

Con il controller Elite Series 2, Microsoft ha fatto tutto come si deve. A prima vista, i cambiamenti non sembrano così pionieristici. Ma questo non è necessario, perché già la versione uno del controller Elite Controller era straordinaria! Tuttavia, dettagli come la funzionalità Bluetooth, la porta USB-C, la possibilità di archiviare e caricare al tempo stesso o anche la nuova struttura della superficie fanno ancora la differenza.
Come giocatore di PlayStation, desideravo da anni un controller per la PS4 così ben funzionante da offrirmi possibilità di modifica quasi illimitate senza avere mai problemi.

Commenti

Numero commenti: 0

Per scrivere un commento, serve un account MEDIAMAG.

Non hai ancora un account? Vai alla registrazione