Le ultime novità sulla PS5

Vuoi saperne di più sulla Playstation 5? Allora sei nel posto giusto!

|
Sony PlayStation 5

Quasi sei anni dopo il lancio della PlayStation 4, diventano pubbliche le prime informazioni sulla prossima generazione, presumibilmente la PS5.

Aggiornamento del 08.10.2019

Oggi abbiamo implementato i nuovi aggiornamenti della PlayStation 5. Qui di seguito riassumiamo le cose più importanti.

Il nome è confermato
La nuova console Sony si chiamerà PlayStation 5, come previsto. Ciò è stato confermato dal CEO di Sony Interactive Entertainment, Jim Ryan, in un’intervista con Peter Rubin del portale tecnologico Wired. Peter Rubin aveva condotto l’intervista con il principale architetto di sistema della PS4, e ora anche della PS5, già lo scorso aprile (vedi di seguito “Le ultimissime notizie del 16.04.2019”). Anche Mark Cerny era presente nell’intervista pubblicata oggi, di cui andiamo subito a parlare.

Note sul ray tracing e sulla memoria SSD:
Nell’intervista, lo scorso aprile Cerny aveva confermato che la GPU integrata nella PS5 avrebbe consentito la tecnologia di ray-tracing (vedi spiegazione in fondo all’articolo). In seguito a ciò, vi furono molte discussioni su Twitter tra gli utenti che ipotizzavano che il ray tracing della PS5 fosse possibile solo a livello di software, ma non nel chip grafico. A questo proposito Cerny dice:

 

C'è un'accelerazione del ray tracing nell'hardware della GPU, che a mio parere è il messaggio che la gente cercava.
Mark Cerny, Lead System Architect

Ora che questo malinteso è stato chiarito e che è stato confermato che la PS5 supporta il “vero” ray tracing, Cerny si sofferma sulla memoria SSD, che permette una notevole riduzione dei tempi di caricamento dei giochi. Inoltre fa il seguente confronto: in tutti i modelli di PlayStation 4 è presente un normale disco rigido (HDD). Si immagini ora un giradischi il cui disco in vinile funzioni a 5400 giri al minuto. Affinché la console possa leggere ed elaborare le informazioni sul disco rigido, la testina del disco deve andare alla ricerca del contenuto. Sebbene ogni ricerca impieghi solo pochi millisecondi, l’incredibile numero di processi di ricerca alla fine si somma e porta a tempi di caricamento più lunghi.

Per contrastare questo, gli sviluppatori duplicano i contenuti e li posizionano in diversi punti sul disco fisso. Nonostante si tratti solo di piccoli dettagli, Cerny menziona esempi come lampioni o passanti controllati dal computer, il che porta a una maggiore quantità di dati, che a sua volta ha un impatto negativo sulla velocità. Nel gioco Marvel’s Spider-Man, ad esempio, alcuni dati vengono memorizzati 400 volte sul disco rigido.
Con un SSD questo circolo vizioso può essere spezzato perché funziona molto più velocemente di un disco rigido e questa duplicazione dei dati non è più necessaria. Ciò lascia agli sviluppatori più spazio di archiviazione per altri contenuti o giochi più piccoli.

I giochi fisici d’altronde continueranno anche in futuro a essere compressi su dischi ottici da 100 GB e scritti dall’unità della PS5 sull’SSD. Questa unità funge al tempo stesso da lettore Blu-Ray 4K. Inoltre, sarà possibile installare o eliminare i giochi anche solo in modo parziale. Un gioco può quindi essere inizialmente installato con tutti i suoi componenti come multiplayer e campagna. Dopo la fine della campagna, l’utente può disinstallarli ma continuare a giocare in modalità multiplayer.
Le dimensioni della memoria Sony integrata non sono ancora note.

Un nuovo controller PlayStation
Il nome del controller corrispondente alla PS5 non è stato confermato. Se Sony dovesse rimanere fedele a se stessa, probabilmente si chiamerà DualShock 5.
I nuovi pulsanti trigger adattivi (L2 e R2) consentono resistenze diverse. Cerny fa l’esempio di arco e frecce: come giocatori, si sente una differenza tattile tra un gioco con freccia e arco, uno con un fucile da caccia e uno con mitragliatrice pesante. Anche il feedback nuovo e tattile contribuisce al cosiddetto “attuatore a bobina mobile”. Si tratta di una bobina vocale che consente una gamma più ampia di feedback del controller rispetto ai motori a vibrazione nel controller DS4.

Inoltre, il nuovo DS5 è dotato di una porta USB-C. Essa consente di caricare e collegare il controller alla PS5 in modalità cablata.
Il giornalista di Wired, Peter Rubin, è già stato in grado di testare il nuovo hardware e scrive che, ad esempio, nel Gran Turismo Sport ci sono notevoli differenze tra la guida in pista o sull’erba. Inoltre, riferisce anche il DS5 è un po’ più pesante del suo predecessore.

Che vantaggi porteranno queste innovazioni agli utenti?
Per fare previsioni concrete, è ancora troppo presto. Wired si è informata presso diversi studi di sviluppatori, ma nessuno era disposto a confermare nulla. Tutti hanno però parlato delle grandi potenzialità insite nella nuova memoria SSD. Ciò plasmerà la prossima generazione di console.
Di sicuro presto seguiranno nuovi annunci.

Aggiornamento del 20.05.2019

Questo aggiornamento si basa sulle informazioni già disponibili che troverai più in basso nell’articolo.

La scorsa settimana sono emerse alcune nuove informazioni e speculazioni sulla console Sony di prossima generazione. Prima la più importante: si moltiplicano i riferimenti (sebbene solo indiretti) a una data d’uscita fra maggio e novembre 2020. Secondo il sito di notizie sui videogiochi Kotaku, c’è stato un cambio di programma per Activision, l’editore di Call of Duty. Ora il quinto videogioco della serie Black Ops dovrebbe essere anticipato di un anno e uscire nel 2020. Fonti interne avrebbero fatto sapere a Kotaku che Call of Duty Black Ops 5 dovrebbe essere disponibile come titolo di lancio della PS5.

Quali altre novità ci sono?
Pare che Sony abbia intenzione di passare al cloud gaming con la nuova console. DigitalTrends ha trovato le relative domande di brevetto. Kotaku ha anche dato la notizia di una cooperazione quasi impossibile: pare che Microsoft e Sony abbiano intenzione di unire le forze nell’ambito del cloud gaming. In questo modo, potrebbero fare concorrenza al servizio Stadia di Google già annunciato.

Inoltre su internet circolano informazioni relative a un nuovo visore VR PlayStation: inverse.com ha dato la notizia sul relativo brevetto. La nuova versione del visore di realtà virtuale dovrebbe essere wireless e dotata di batteria con un’autonomia massima di cinque ore.

Quando puoi aspettarti le prossime novità?
AMD sarà rappresentata all’E3 quest’anno, a differenza di Sony. A giugno il produttore di chip presenterà le sue ultime CPU e GPU per il settore dei videogiochi. Prevediamo che per allora saremo già in grado di notare i tratti in comune con la PS5 e forse potremo già farci un’idea della qualità grafica e delle prestazioni offerte dalla nuova console di Sony.

Le ultime novità del 16.04.2019

The key question is whether the console adds another layer to the sorts of experiences you already have access to, or if it allows for fundamental changes in what a game can be.
Mark Cerny, Lead System Architect
Quelle: Twitter @cerny

Il 16.04.2019 il portale online wired.com ha pubblicato le prime notizie sulla nona generazione della console Sony PlayStation in un’intervista esclusiva con Mark Cerny, capo architetto del sistema della PS4 . Nell’intervista egli rivela alcune informazioni interessanti sull’hardware.

Uno dei punti più importanti: Mark Cerny ha chiarito che la nuova console rappresenterà un miglioramento di entità maggiore rispetto al passaggio dalla PS4 Slim alla PS4 Pro. Quindi possiamo aspettarci un rinnovamento della console di Sony. Sebbene alcuni sviluppatori possiedano già dei prototipi (i cosiddetti devkit), bisogna ancora portare pazienza: la data di rilascio prevista è ancora il 2020.

La PS5 sarà dotata di un processore AMD (CPU) basato sulla serie Ryzen che utilizza la più recente microtecnologia Zen 2 a 7 nm e otto core. Anche il chip grafico con supporto alla risoluzione 8K (GPU) è fornito dalla rivale di Intel, AMD, e fa parte della famiglia Radeon Navi. Questa GPU consente la cosiddetta tecnologia ray tracing, già utilizzata nei film 3D. Questa tecnologia simula le condizioni naturali di illuminazione nelle animazioni tridimensionali al computer, ad es. il modo in cui la luce interagisce con superfici diverse (come il vetro). Grazie alla tecnologia ray tracing, le immagini appaiono ancora più realistiche e naturali.
Ovviamente, se vuoi sperimentare la tecnologia 8K, hai bisogno di un dispositivo di riproduzione all’altezza. Ti basta e avanza la risoluzione 4k? Allora sei nel posto giusto: tutto sui televisori per gaming in 4k.

Ma il ray tracing non migliora solo l’immagine, bensì anche il suono: gli sviluppatori possono simulare come si muove il suono nel mondo in modo più realistico e affidabile. Cerny promette inoltre che l’esperienza audio dei giocatori di prossima generazione migliorerà notevolmente, contribuendo a un’ulteriore immersione nel mondo di gioco.

[...] there’s something else that excites Cerny even more. Something that he calls “a true game changer,” something that more than anything else is “the key to the next generation.”
Peter Rubin, wired.com

La PS5 avrà anche un nuovo hard disk. Tuttavia hard disk non è il termine esatto, perché si tratterà di un solid-state drive (SSD). Ciò può ridurre drasticamente i tempi di caricamento nei giochi e, ad esempio, il fast travel (il passaggio veloce da un luogo all’altro del gioco) dovrebbe essere reso nettamente più agevole. L’unità SSD era stata richiesta principalmente dagli sviluppatori di giochi. Nell’intervista con wired.com, Cerny dà anche una dimostrazione: lancia il gioco Spider-Man sulla PS4 Pro e utilizza la funzione fast travel. Spider-Man si sposta dalla sua posizione e riappare in un altro luogo. Un sequenza che dura 15 secondi sulla PS4 Pro impiega soli 0,8 secondi quando Cerny utilizza il devkit della PlayStation 5. Se si otterrà un tale aumento delle prestazioni nelle versioni per la vendita al dettaglio, si tratterà sicuramente di un’innovazione rivoluzionaria.

Cerny parla anche di un altro fattore che potrebbe interessare i giocatori: anche i giochi per PlayStation 4 saranno compatibili con la PS5. Quindi ciò che finora è stato offerto solo da Microsoft sulla sua Xbox One potrà presto rendere felici molti giocatori di PlayStation.

Per coloro che non vogliono aspettare la nuova generazione della PlayStation, ecco gli attuali modelli della PS4.

Commenti

Numero commenti: 0

Per scrivere un commento, serve un account MEDIAMAG.

Non hai ancora un account? Vai alla registrazione