GoPro Karma Grip

|
Questo articolo ha un video

Caricamento in corso.

Nessuna informazione sul prodotto trovata.

${ productMain.product_title }

CHF ${ productMain.price }
Vai al negozio

Prodotti correlati

Dopo aver testato il drone Karma di GoPro, desideriamo presentarvi più da vicino il Karma Grip di GoPro. Il Karma Grip è fornito in dotazione con l’acquisto di un drone Karma, ma può essere acquistato anche singolarmente.

Cos’è il Karma Grip?

Il Karma Grip di GoPro è uno stabilizzatore manuale per le Actioncam di GoPro, come ad esempio Hero5 o Hero4. Nel gergo delle riprese cinematografiche, lo stabilizzatore viene anche detto Gimbal, Glidecam o Steadycam. Lo stabilizzatore Karma di GoPro può essere utilizzato sia montato sul Grip, sia direttamente nel drone Karma. Inoltre, il Karma Grip dispone di elementi di comando, che permettono di comandare comodamente la fotocamera GoPro.

A cosa serve il Karma Grip?

Il Karma Grip permette di effettuare riprese stabili ed è perfetto per carrellate o piani sequenza regolari. Grazie al braccio snodabile integrato è possibile attutire e bilanciare dolcemente i movimenti bruschi, quali colpi, tremolii e slittamenti.

I possibili utilizzi del Grip sono, ad esempio, durante una passeggiata, mentre si pratica skateboard o snowboard e anche per carrellate durante le vostre riprese cinematografiche. Le possibilità sono quasi infinite e non sono posti limiti alla vostra fantasia.

Come si usa il Karma Grip?

L’utilizzo del Karma Grip è oltremodo semplice, dal momento che vi sono solo quattro pulsanti e sono assolutamente sufficienti a fare tutto. Sul manico sono presenti un pulsante di alimentazione o della modalità, un pulsante per le riprese, un pulsante HiLight Tag e un pulsante di bloccaggio. Con il primo pulsante è possibile accendere e spegnere l’Actioncam GoPro collegata oppure passare da una modalità di ripresa all’altra (foto, video, time-lapse e scatto in sequenza). Con il pulsante di ripresa è possibile avviare e arrestare la registrazione. Premendo il pulsante HiLight Tag è possibile apporre un contrassegno sul video, in modo da poter riconoscere in un attimo le scene più importanti e avvincenti durante il taglio. Il pulsante di bloccaggio serve quando il Karma Grip deve bilanciare solo le oscillazioni orizzontali: basta tenere premuto il pulsante per realizzare senza problemi piani sequenza verticali.

Tramite il collegamento USB-C è possibile inoltre caricare sia il Karma Grip sia l’Actiocam GoPro collegata.

Conclusioni:

Il Karma Grip di GoPro fa il suo dovere: garantisce immagini stabili e riesce a bilanciare perfettamente anche le vibrazioni causate da grosse buche (vedi video). L’utilizzo è un gioco da ragazzi e le possibilità sono quasi infinite. È possibile fissare comodamente il Karma Grip ai punti di fissaggio forniti in dotazione sul Grip Case e sul Case del drone Karma, in modo da poter filmare già il percorso che vi porterà fino al luogo delle riprese.

Ci piace il fatto che il Karma Grip sia fornito in dotazione con l’acquisto di un drone Karma.

Ci piace di meno il fatto che il Karma Grip non sia impermeabile; dunque, attenti in caso di neve o acqua nelle vicinanze. Inoltre, troviamo che la posizione del braccio snodabile sia fastidiosa in quanto ostruisce parzialmente la visuale sul display. D’altro canto, se avessero posizionato altrove il braccio snodabile per garantire una visuale libera sul display, il Karma Grip non sarebbe stato così compatto e maneggevole. Per questo motivo, non ci sentiamo di dare una nota di demerito.

Commenti

Numero commenti: 0

Per scrivere un commento, serve un account MEDIAMAG.

Non hai ancora un account? Vai alla registrazione